Comunicazione Paraverbale: Un Linguaggio Inconscio

Postato da: Cristian  /  in: Postura  /  il: 20/10/2010

Fondamentale nelle relazioni di tutti i giorni, una comunicazione paraverbale rilassata è il segreto di una buona espressione orale.

In questa società sempre più frenetica, per ottenere l’approvazione del nostro interlocutore è essenziale saper andare subito al dunque, e soprattutto, comunicare in maniera efficace.

Ovviamente quando dico “comunicazione paraverbale rilassata” non intendo debba per forza esser lenta, ma bensìchiara, disinvolta e priva di balbuzie.

L’aspetto corporeo (postura, gesti ed espressioni visive), l’aspetto vocale (tono, ritmo e volume) ed infine, l’aspetto verbale (il senso compiuto della frase), sono gli elementi fondamentali che permettono di inviare il nostro messaggio.

Quindi, in una conversazione tra due o più individui, per ordine di importanza abbiamo:

  • Movimenti corporei  ———- 55%
  • Aspetto vocale —————– 38%
  • Aspetto verbale —————– 7%

In pratica le parole che usiamo in una conversazione contano una minima percentuale. Al contrario, la comunicazione paraverbale (movimento del corpo e voce) è in grado di influenzare parecchio la bontà del nostro messaggio.

E’ altresì vero che il nostro linguaggio paraverbale è molto spesso un atto inconsapevole.

Perlopiù direi che si trattano di atteggiamenti involontari (a volte positivi, altre volte negativi) appresi durante il corso della nostra esistenza.

La buona notizia è che la comunicazione paraverbale si può perfezionare.

Ed il risultato più immediato è un discreto incremento di feedback positivi da parte dei nostri interlocutori.

Nei prossimi articoli vedremo come relax, postura e stretching possano egregiamente aiutarci nel rilassare la nostra comunicazione paraverbale.

Per nuovi aggiornamenti, lascia un commento, iscriviti alla newsletter o seguimi dal tuo social preferito. Nella barra sulla tua destra trovi i link.

 

P.S: Per maggiori informazioni su come si migliorano postura e relax ti consiglio le 7 posizioni del benessere.

Share

Lascia un commento