Retrazione Muscolare: Un Problema, Tanti Disturbi

Postato da: Cristian  /  in: Benessere, Curiosità, Dolori Muscolari  /  il: 23/04/2010

Oggigiorno, molti dei malesseri psicofisici derivano dal sistema muscolare.

Difficoltà a stare concentrato, incapacità di star seduto per oltre un tot di minuti, dolori che talvolta ti impediscono di fare semplici movimenti … Se non hai particolari malattie che provocano questi disagi allora la causa può essere proprio questa: la retrazione muscolare.

I muscoli sono una componente dinamica del tuo corpo, che in base all’allenamento e all’esercizio fisico crescono o al contrario, in caso di sedentarietà o poco movimento, si accorciano e diminuiscono di volume.

Il muscolo è composto da tantissime fibre avvolte in una specie di sacco che ne permette lo scorrimento. Se non estendi mai il muscolo, queste fibre rimangono bloccate all’interno del “sacco”. Questo fenomeno limita quindi la massima estensione del tuo muscolo, che di conseguenza rimane in uno stato di contrazione intermedia.

In poche parole, tramite questo processo i muscoli tendono ad accorciarsi.

Ecco perché  molto spesso capita che non appena fai un movimento più faticoso del solito, senti dolore o addirittura, sei a rischio strappo muscolare…

Curare questo aspetto è molto importante. Anche perché la retrazione muscolare è spesso causa di alcune patologie croniche.

Se può esserti utile, nell’ebook “Via le Tensioni” viene spiegato come sconfiggere o prevenire la retrazione muscolare, attraverso l’utilizzo di una particolare tecnica di stretching.

Sono certo che lo troverai piuttosto utile per il tuo benessere.

Ad ogni modo, ricorda sempre di non sottovalutare i suddetti disturbi. Se non previeni oggi, dovrai curare un domani…

Share

3 Commenti a “Retrazione Muscolare: Un Problema, Tanti Disturbi”

  1. Alberto Ha scritto:

    E’ vero! Commento questo articolo solo per aggiungere che la sedentarietà è una delle cause più sottovalutate. A parte il fatto che dopo i 40 i muscoli diminuiscono di qualche grammo ogni anno, nella maggior parte dei casi le persone non sono solite contrastare questo problema. Meditate gente, meditate!

  2. Giovanna Ha scritto:

    Ciao Cristian, se ho ben capito molti dolori come crampi, sciatica e quant’altro sono dovuti ad un incontrollabile accorciamento del sistema muscolare.

    Se è vero che lo stretching è la soluzione tutto questo com’è possibile che i medicinali agiscano allo stesso modo?

    Non è una critica ma semplice curiosità… Ciao! Gabry

  3. p-stretching Ha scritto:

    Ciao Giovanna, le curiosità sono sempre ben accette. Per le critiche ci stiamo organizzando… 😉 Ad ogni modo se per medicinali intendi dire i tanto abusati antidolorifici, allora la risposta che cerchi sta nel fatto che la loro azione funge come una specie di anestesia sulla parte dolorante. Anche se a primo impatto può sembrare una soluzione, a lungo andare è molto probabile che il dolore si ripresenti in quanto il problema di fondo non è stato curato ma solo posticipato.

Lascia un commento